Veterinari


Gatti e neonati: bisogna allontanarli?

Quando subentra in casa un nuovo membro della famiglia, il più delle volte la paura spinge verso gesti avventati: quante sono le famiglie che allontanano i propri animali perché temono che questi possano fare del male ai neonati o ai bambini ancora piccoli? Purtroppo di casi come questi ve ne sono tanti, anche troppi: in linea di massima, a meno che il gatto o l’animale in questione non abbia dei problemi comportamentali tali da essere un pericolo reale, non è mai il caso di allontanarlo.

Tuttavia, poiché molte volte gli animali sono gelosi – e i gatti lo sono per natura – può essere consigliato tenere sotto controllo il gatto, perché non faccia dispetti o perché non presenti problemi comportamentali dovuti al disagio della presenza di un nuovo membro della famiglia. Salvo situazioni particolari, non è necessario allontanare il gatto dalla casa, ma è utile avere dei comportamenti atti a prevenire situazioni non volute: chiudere sempre la porta della stanza dove dorme il bimbo, evitare un approccio troppo ravvicinato tra il gatto ed il neonato, possono essere soluzioni utili, ma ricordate che se volete fare integrare al meglio il gatto alla vostra vita di casa, dovrete fare in modo che il micio non abbia paura del bimbo.

Abbiate un po’ di accortezza e fate in modo che tra il neonato ed il gatto vi sia una conoscenza graduale e mai forzata: fate in modo che il micio si abitui piano piano alle stimolazioni olfattive legate alla presenza del bimbo, e vedrete che piano piano diventerà sempre più facile la convivenza.