Veterinari


Chi sono i cani randagi di città

Molto diversi dai cani randagi che vivono nelle campagne o nelle montagne e che iniziano ad intrattenere rapporti con altri animali pericolosi dando vita ai cani ibridi o ai cani inselvatichiti, i cani randagi di città non sono pericolosi come i loro simili di montagna o di campagna. La loro minore pericolosità dipende in particolare dal fatto che si tratta di animali che, vivendo in città, incontrano spesso l’essere umano dal quale, talvolta, possono ricevere cibo ed attenzioni.

Si calcola infatti che i cani randagi che vagano per le nostre strade siano più docili rispetto ai loro simili che non hanno alcun contatto con l’essere umano. Tuttavia, per fame essi possono diventare molto pericolosi soprattutto quando si uniscono in branco formando delle vere e proprie squadre di cani randagi. Ma per fortuna, non è una regola. I cani randagi urbani hanno la particolare caratteristica di essere degli animali che imparano l’arte dell’arrangiarsi: vagano per i cassonetti in cerca di cibo, e qualche volta lo ottengono da qualche benefattore che, impietosito, porta loro avanzi di cibo per sfamarli.

Tra i cani che maggiormente si adattano a questo tipo di vita, senza dubbio vi sono i cani di taglia grande, come i cani da pastore e da caccia, ma sono anche quelli che possono diventare pericolosi se percepiscono un eventuale pericolo di intrusione nel loro branco.