Veterinari


Come fanno i cani a non farsi cogliere sul fatto

“Se ti becco!”, è una delle frasi comuni a molti padroni di cani un po’ dispettosi e giocherelloni, che viene pronunciata in seguito a qualche marachella o dispettuccio il cui fautore sembra essere proprio il tanto amato animale domestico definito migliore amico dell’uomo.

Sebbene il fatto di combinare guai e poi scappare sia tipico nei felini, anche i cani sono dei veri attori quando si tratta di negare l’evidenza: a rivelare la loro particolare furbizia è Shannon Kundey, un’esperta di comportamento animale presso lo Hood College del Maryland, che in un recente studio è riuscita a sottolineare le particolari doti recitative del cane che, colto sul fatto, sarebbe in grado di sfuggire al rimprovero fingendo disinteresse e discolpa.

Lo studio effettuato su 40 cani ha evidenziato che gli animali siano esattamente in grado di prevedere il pensiero del proprio padrone di conseguenza ad una marachella, e di agire per evitare il rimprovero: nello studio, ai 40 cani era stato offerto del cibo da due ciotole diverse, una silenziosa e l’altra contenente dei campanellini. I cani si servivano dalle ciotole senza particolare attenzione quando erano guardati dagli esseri umani, mentre nel momento in cui l’osservatore fingeva disinteresse, i cani si servivano dalla ciotola silenziosa per non farsi scoprire: un atteggiamento che ha rivelato le grandi capacità recitative del cane, in grado di visualizzare il modo in cui viene percepito dagli altri, e di agire di conseguenza.