Veterinari


Cani: perché scegliere un Piccolo Levriero Italiano

La razza del Piccolo Levriero Italiano appartiene all’antico gruppo dei levrieri dell’antico Egitto, vissuti in quel periodo sotto le corti faraoniche: nonostante il suo impiego a quell’epoca fosse indirizzato prevalentemente alla caccia ai conigli ed alle lepri, durante il Rinascimento esso venne considerato il cane dei nobili, cane di lusso. Questa caratteristica ha reso la sua diffusione molto limitata, tanto che ad oggi, in Italia, non vi sono moltissimi esemplari di questa razza.

Tuttavia, questo splendido cane di piccola taglia, è molto intelligente, affettuoso e vivace: la sua caratteristica principale è la velocità con cui si muove, motivo per il quale è considerato un abile corridore, scelto soprattutto da persone che amano condividere con il proprio amico a quattro zampe felici momenti a contatto con la natura. Il piccolo levriero italiano è un cane svelto, abile e flessibile: il suo aspetto visibilmente poco forte sembra tradire il suo vero carattere, quello di una razza dotata di grande temperamento e di grandi abilità.

È indicato soprattutto alle persone sole, ai single ed alle famiglie poco numerose ed in genere tranquille: non è un amante dei rumori forti della città, ed è per questo che sarebbe bene dedicargli uno spazio all’aperto in cui possa esprimersi in tutta la sua velocità ed in tutta la sua agilità. Si affeziona particolarmente ad una sola persona, a cui dimostra il suo affetto in maniera sommessa e non troppo invadente, ma è schivo e diffidente con le altre persone e con gli altri animali in genere.