Veterinari


Cani: perché scegliere un Pastore Bergamasco

Il Pastore Bergamasco è un cane di mole ed aspetto imponenti, un esemplare di grossa taglia che, sin dai tempi remoti – la sua storia è, infatti, parecchio antica – è impiegato soprattutto come cane da pastore. Il suo aspetto rustico, con il pelo abbondante e la corporatura possente, non tradiscono le sue funzioni iniziali: in antichità, infatti, questa razza veniva impiegata a guardia delle greggi e del bestiame in tutto l’arco alpino, in cui era parecchio diffuso.

Ad oggi, tuttavia, il pastore bergamasco rappresenta una razza molto più flessibile: il suo aspetto forte e la sua imponenza lo rendono ancora indicato a guardia del bestiame, ma questa razza, impavida e coraggiosa – non a caso i suoi progenitori lottavano contro i lupi senza alcuna paura – può essere impiegata anche per la difesa e la guardia della proprietà, per uso, pertanto, personale.

Il fatto che sia così imponente potrebbe indurre a pensare che si tratti di un cane non adatto alla compagnia e non indicato per le famiglie; in realtà, il pastore bergamasco è un cane riconoscente verso chi se ne prende cura ed anche molto affettuoso con i padroni. Data la sua mole, è bene che esso non viva in appartamento ma in uno spazio abbastanza grande da permettergli di vivere in piena e totale libertà ed in autonomia. Attenzione: con gli estranei e, in genere con gli sconosciuti, può essere molto pericoloso se provocato o attaccato.