Veterinari


Gatti: perché scegliere un American Wirehair

A differenza dell’American Shorthair, questa razza non è molto conosciuta anche perché si tratta di una razza nata spontaneamente in epoca moderna: era il 1966 quando, a New York, da una cucciolata di American Shorthair nacquero due gattini dal pelo duro e riccio, molto differenti dai loro genitori.

Robusto ma ben proporzionato, con occhi tondi e distanziati, ed orecchie arrotondate, la vera caratteristica che distingue – almeno fisicamente – questa razza da tutte le altre è il suo mantello; un mantello che varia in tutto il corpo del gatto, con peli talora ricci talora ad uncino, ruvidi o morbidi, e che rappresenta una parte davvero unica di questo gatto.

Dal carattere indipendente ma curioso, interessato a tutto ciò che lo circonda e particolarmente propenso alla caccia, l’American Wirehair è un gatto molto attivo, un giocherellone e vivace che non sta mai fermo: questa caratteristica lo rende molto adatto agli spazi aperti sebbene non disdegni la vita d’appartamento.

Nonostante la sua proverbiale intelligenza e la sua vivacità, questo gatto ama comunque mantenere i suoi spazi e la sua indipendenza: è per questo motivo che non è adatto alle persone che vorrebbero un gatto molto affettuoso e legato al padrone. Questo non significa, tuttavia, che questa razza non sia in grado di amare gli esseri umani; semplicemente, ha un modo tutto suo di mostrare affetto e riconoscenza verso i suoi padroni, che non considera mai tali ma semplicemente degli amici con cui condividere gli spazi.