Veterinari


I consigli per un gioco sano con il proprio cane

I cani apprezzano tantissimo i momenti di svago, specialmente se essi possono giocare insieme al proprio migliore amico: l’uomo. Tuttavia, sempre più spesso – vuoi per una questione di tempo, vuoi per mancanza di voglia – si tende a dimenticare che il cane ha realmente bisogno di quel momento di svago, sia per una questione legata ad una sua possibile corretta socializzazione, sia per una questione prettamente fisica. E così, un cane abbandonato sul sofà non è solo un cane molto infelice, ma rischia di trasformarsi anche in un cane frustrato che, per attirare la nostra attenzione, sarà capace di fare anche qualche dispetto, rovinando i nostri calzini o il nostro cappello di lana preferito.

Molto spesso, tuttavia, anche chi ha molto tempo e voglia da dedicare al proprio amico lo fa nella maniera sbagliata, alimentando la naturale foga dell’animale anziché aiutarlo a indirizzare la sua energia nel modo corretto. Quali sono allora i giusti compromessi? Come si fa a giocare con il proprio cane in una maniera che sia il più possibile sana ed efficace?

La prima regola consiste nella scelta del momento giusto, ad orari possibilmente definiti e sempre uguali: il cane dovrebbe essere quindi abituato a riconoscere il momento del gioco dal momento del riposo, e non dovrebbe mai essere portato a giocare in momenti della giornata troppo caldi oppure dopo mangiato.

La seconda regola è la coerenza: il cane dovrebbe essere spinto a giocare in una maniera rispettosa del suo padrone, che non deve, con il suo comportamento, confonderlo o spingerlo a fare cose che, in altri momenti, gli sono vietate. Se ad esempio permettete al vostro cane di mordicchiarvi la mano durante il gioco – ed invece glielo vietate in qualunque altra situazione – sarà facile per lui confondersi.

La terza regola consiste nel bloccare l’aggressività: qualora l’animale diventi troppo aggressivo, va assolutamente bloccato e va interrotta ogni attività ludica. Naturalmente, le regole per un corretto approccio con il vostro amico animale non finiscono qui, ma le più importanti vale proprio la pena di applicarle!