Veterinari


Criceti: le cure

Quando si porta a casa un animaletto così piccolo come il criceto, si tende a pensare che le uniche cure ed attenzioni di cui l’animale da compagnia ha bisogno siano cibo ed acqua. In realtà, molti veterinari e molti esperti di questa specie dei Muridi sanno bene che i criceti, per vivere bene e a lungo, hanno bisogno di essere curati non tralasciando nessun particolare.

Naturalmente, la prima cosa da fare è mantenere la gabbia sempre asciutta, areata e ben pulita: molte persone tendono a non avere accortezze che, se considerate, possono invece essere molto importanti per il piccolo animale, come tenere l’acqua lontana dalla segatura del fondo della gabbietta, che bagnandosi potrebbe sprigionare umidità e naturalmente far ammalare l’animale.

Anche il cibo merita le dovute attenzioni: poiché il criceto è un animale che tende, in natura, ad accumulare scorte nella sua tana, sarà bene che il cibo non manchi mai nella sua gabbietta e che sia in abbondanza. Bene però lasciare che il criceto finisca tutti i semi, prima di riempire la sua “dispensa”, poiché l’animaletto, ghiotto di semi girasole, tenderebbe a mangiare solo quelli e a tralasciare tutti gli altri semi, indispensabili per la sua salute e la sua alimentazione corretta.

Un’altra accortezza da tenere in considerazione sono i giochini: il criceto è un gran camminatore, pertanto una ruota all’interno della gabbietta può essere un utile modo per permettere all’animale di sgranchirsi le zampette ed ammazzare il tempo.