Veterinari


Criceti: le specie

I criceti sono degli animali molto piccoli, simili a topi, che generalmente vengono adottati quando in casa ci sono dei bambini: pur essendo animali delicati, non richiedono moltissime cure e sono degli ottimi compagni di gioco. Tuttavia, per quanto si sappia dei criceti, molte persone tendono ad assimilarli ai topi o comunque riconoscono una sola specie di criceto. Sono davvero poche le persone che conoscono bene questa razza di animali: molti infatti tendono ad ignorare il fatto che i criceti appartengono a diverse specie, e che quindi essi non sono tutti uguali, pur sembrandolo.

I criceti appartengono alla famiglia dei Muridae: la famiglia dei Muridi ospita infatti 17 sottofamiglie, tra cui, appunto, quella detta Cricetinae, a cui appartengono i criceti.

Questa famiglia ospita, a sua volta, una serie di generi principali che a loro volta si dividono in diverse sottospecie: ricordiamo tra questi il genere allocricetulus, il genere Cansumys, il genere Cricetus, il Mesocricetus – a cui appartengono i cosiddetti criceti dorati – il genere Phodopus (sono i criceti nani); il genere Tscherskia, detto anche criceto dalla coda lunga.

A ben vedere, quindi, i tipi di criceti esistenti in natura sono molti di più di quanto comunemente si possa pensare: tra quelle elencate, le specie più comuni sono senza dubbio il criceto siriano o criceto dorato, e i criceti nani russi. Si tratta, infatti, di tutte quelle tipologie di criceti che si trovano in genere in commercio e che sono proprio quelli che adottiamo.