Veterinari


Cani: la pulizia dopo la passeggiata

Vivere insieme ad un cane rappresenta un’esperienza unica per chi ama gli animali ed in particolar modo quello che viene considerato l’amico più fedele che ci sia; tuttavia, avere un animale significa il più delle volte anche andare incontro a delle incombenze e dei sacrifici che non pesano per chi ama questi splendidi animali, ma che vanno tenuti in conto prima di adottare un cane.

Una tra queste è naturalmente la passeggiata: specialmente se il cane è di grossa taglia, vive in appartamento e non ha modo di accedere autonomamente ad un giardino nel quale poter giocare ed essere libero di scorrazzare, la passeggiata quotidiana è d’obbligo, almeno per tre volte al giorno.

La passeggiata serve non solo per fare in modo che il cane si sfoghi, giochi e si distragga, ma anche perché abbia la possibilità di fare i suoi bisogni. Naturalmente, questo rappresenta un ottimo motivo per il cane per divertirsi e socializzare con altri cani o con le persone disponibili, ma ciò che molti padroni non mettono in conto è che a seguito della passeggiata – e specialmente nei casi in cui il cane sia abituato a dormire sui letti o sui divani utilizzati dagli abitanti umani – si dovrebbe optare per una pulizia delle zampette.

D’altronde, chi mai penserebbe di dormire con le scarpe sul letto o di salire con le scarpe sul divano? L’idea di pulire le zampette del proprio cane, una volta rientrati dalla passeggiata, rappresenta motivo di igiene e di pulizia, e non andrebbe messo in secondo piano.

Come si puliscono le zampe del cane? Prima di tutto è bene utilizzare un panno inumidito – con acqua e aceto di mele, per esempio – e pulire bene le zampe dell’animale, avendo cura di togliere sassolini, erba, e quant’altro si infili tra i polpastrelli: le zampe vanno poi asciugate con un asciugamano pulito, onde evitare di lasciare i polpastrelli bagnati. Le zampe, però, non sono l’unica parte del corpo che andrebbe degnata di attenzione; andrebbero infatti considerati anche il musetto, l’ano e l’apparato urinario, che si possono pulire con delle semplici salviette per animali o con un panno inumidito.