Veterinari


Alimentazione e gatti: si può somministrare il latte?

Uno dei luoghi comuni più diffusi è quello secondo il quale sia particolarmente consigliato somministrare al proprio gatto del latte: si tratta di una leggenda, un mito da sfatare, che ha le sue origini nelle epoche in cui non vi era una informazione adeguata rispetto alla corretta alimentazione di questi animali domestici.

Il latte, infatti, non è assolutamente indicato nell’alimentazione di un gatto in quanto esso può dare vita a problematiche di salute più o meno serie: il gatto, infatti, non è dotato dell’enzima chiamato lattasi, che è direttamente responsabile della digestione del lattosio, e questo significa che questi animali non sono naturalmente portati a digerire questo alimento.

Somministrare del latte ai gattini, inoltre, può essere addirittura fatale perché potrebbe provocare una forte dissenteria ed una disidratazione che in un micio non adulto spingerebbe alla morte. Lontano dalle patinate pellicole cinematografiche che ci hanno abituati a vedere i gatti attaccati al piattino del latte, i veterinari in genere sconsigliano di somministrare questo alimento perché abbastanza dannoso, specialmente se il micio in questione presenta problemi di digestione e di coliti frequenti.

Tuttavia, qualora si volesse somministrare il latte al proprio gatto, il consiglio dei veterinari è quello di non farne bere più di un piccolo sorso al giorno, anche per evitare di incorrere in eccesso di calorie che per il micio comporterebbero una obesità difficile da combattere.