Veterinari


Otite e gatti

Una malattia purtroppo abbastanza comune – e fastidiosa – nel gatto è l’otite: i problemi all’orecchio possono essere abbastanza comuni, per un gatto, principalmente per via della scarsa igiene e pulizia. Non tutti i gatti, infatti, si prestano con facilità alle cure igieniche del loro padrone, e così effettuare operazioni come un lavaggio oppure una pulizia accurata delle orecchie e delle unghie può essere molto difficile.

A lungo andare, specialmente se il micio esce frequentemente e non gli vengono somministrati antiparassitari che potrebbero limitare le infezioni alle orecchie, il gatto potrebbe essere colpito da acari, grattarsi frequentemente ed infiammare l’orecchio, fino ad essere colpito all’otite.

Per questo motivo, il nostro amico a quattro zampe dovrebbe essere abituato sin da piccolo ad accettare cure igieniche quantomeno settimanali: una accurata pulizia delle orecchie servendosi di un batuffolo di cotone inumidito di detergente topico apposito, è un’ottima soluzione per prevenire la formazione di sporcizia ed acari che a lungo andare potrebbero seriamente compromettere la salute dell’animale.

Acari non eliminati, infatti, possono dare vita ad infezioni sempre più importanti, tanto da scatenare patologie serie e a volte incurabili. L’otite del gatto si può curare con dei semplici trattamenti topici – generalmente gocce medicinali da inserire nel condotto uditivo – accompagnata dall’uso di antibiotici, o altri medicinali ove necessario, se l’infezione è abbastanza estesa. In ogni caso sarà cura del veterinario capire a che punto è l’infiammazione del condotto uditivo e somministrare la corretta cura per sconfiggere l’otite e le cause scatenanti.