Veterinari


Come aiutare un gattino spaventato e in difficoltà

Qualche volta accade – purtroppo sempre più di frequente – di incontrare un micino in difficoltà: per strada, spesso impaurito e spaventato, allontanato dalla mamma o dai fratellini o semplicemente abbandonato, il micino potrebbe avere delle ferite, e quindi andrebbe subito aiutato, nutrito e portato da un veterinario.

Molte volte ciò non accade non solo per indifferenza, ma anche perché le persone – specialmente quelle inesperte - trovano difficile avvicinare un micino di strada: è infatti una missione spesso impossibile prendere un micio impaurito e confuso, anche perché nel migliore dei casi scapperà a gambe levate, nel peggiore potrebbe diventare aggressivo e pericoloso.

La parola chiave è fiducia: il micio va avvicinato con calma, soprattutto perché deve capire di potersi fidare di chi si sta avvicinando a lui. Mai assumere un comportamento impaurito, ma mostrare decisione e determinazione, e soprattutto evitare di urlare, di fare movimenti e scatti improvvisi, o di essere frettolosi: muoversi con calma, magari accovacciandosi e parlare lentamente al gatto, può essere un primo modo per avvicinarsi. Se il micio è un cucciolo, non sarà molto difficile farlo avvicinare con questo comportamento; viceversa, se si tratta di un gatto già grande, potrebbe essere più difficoltoso ma non impossibile.

Un aiuto valido può essere il cibo o qualche bocconcino appetitoso: un gatto affamato difficilmente resisterà al cibo, ma è comunque importante rispettare i suoi spazi e non forzarlo subito ad un avvicinamento. Sarà lui stesso, una volta presa fiducia, a rompere le barriere. Diverso è il caso in cui il gatto sia ferito ed abbia bisogno di cure urgenti: in quel caso è meglio sorvegliare a distanza l’animale e chiamare i soccorsi.