Veterinari


Gatti e pelo: districare un nodo

La miglior cura per i nodi del nostro micio è senza dubbio la prevenzione: se vogliamo che il mantello del nostro gatto sia sempre lucido, liscio e setoso, ma soprattutto curato, la cosa più importante è prevenire eventuali nodi nel tessuto del pelo, attraverso cure specifiche ed una spazzolatura frequente.

Tuttavia, specialmente nei gatti particolarmente soggetti, come ad esempio alcune razze di gatti a pelo lungo (soprattutto persiani, ragdoll, norvegesi delle foreste e maine coon), può accadere che nonostante la cura quotidiana del mantello, il pelo si annodi presentando dei difficilissimi nodi da districare.

Come eliminare questi nodi? Vi sono due soluzioni, la prima delle quali abbastanza semplice, la seconda invece più complessa e da valutare a seconda del caso specifico: nel primo caso, se i nodi non sono molti, e se ci sembrano abbastanza facili da raggiungere, possiamo provare con delle energiche spazzolate aiutandoci con l’amido di mais, che dovrebbe aiutare molto a districare i nodi presenti. Se però il pelo è in condizioni pessime, l’unica è rivolgersi ad un bravo toelettatore, che effettui una operazione di tosatura del pelo in grado di eliminare il nodo alla radice.

Occhio però, perché questa soluzione va scelta come “ultima spiaggia”, quando da soli non riusciamo a districare i nodi presenti: capirete da soli, quindi, quanto sia importante la prevenzione!