Veterinari


Gatti e nodi: attenzione al pelo

In qualche articolo precedente abbiamo parlato dell’importanza della toelettatura per il mantello dei nostri amati felini, soprattutto per quelli a pelo lungo: sembrerà strano, ma in effetti i gatti hanno molto più bisogno di cure di quanto non potremmo immaginare, perché proprio le cure sul mantello e sul pelo sono in grado di evitare che il micio possa sviluppare antipatiche dermatiti ed altre malattie dovute, per esempio, a dei nodi o a degli infeltrimenti sul pelo.

Il pelo del gatto – sia del gatto a pelo corto ma ovviamente soprattutto di quello a pelo lungo o semilungo – va sempre trattato con cura: è molto importante spazzolare il mantello del nostro amico a quattro zampe, e non solo nei periodi di muta, ovvero quanto la situazione è più difficile da “districare”. Volendoci scusare il gioco di parole, capirete che il micio ha realmente bisogno di essere spazzolato e curato, soprattutto per evitare che si formino dei nodi poi difficilmente districabili.

La spazzolatura del pelo andrebbe fatta, con apposite spazzole, almeno tre volte a settimana per i gatti a pelo lungo; nei periodi di muta, invece, il mantello andrebbe spazzolato almeno una volta al giorno, perché in questo modo non solo eviteremo la comparsa di nodi, ma permetteremo al micio di evitare quei fastidiosi boli di pelo che si formano inevitabilmente in seguito all’ingestione massiccia di pelo morto.