Veterinari


Viaggiare con un animale a seguito

Il periodo delle vacanze è spesso motivo di stress e di pensieri per i fedeli padroni dei propri animali: portare in vacanza Micio e Fido può essere infatti motivo di ansia, perché a seconda del tragitto che intendiamo fare – in Italia oppure all’estero – e del mezzo che scegliamo per spostarci, le regole possono essere differenti e spesso metterci in crisi.

Il primo consiglio che ci sentiamo di dare a tutti quei proprietari di cani e di gatti che non vogliono separarsi dal loro amico a quattro zampe, è il seguente: quando scegliete il posto in cui trascorrere la vostra vacanza, assicuratevi che il vostro fedele compagno sia ben accetto e che l’albergo che scegliete accetti la presenza dell’animale.

Se viaggiate in aereo, assicuratevi che la compagnia aerea accetti l’animale a seguito e soprattutto verificate prima la possibilità di portare il vostro cane o gatto in cabina con voi prima di prenotare il vostro volo: alcune compagnie aeree accettano solo l’animale in stiva, assicurando comunque che tutte le stive sono pressurizzate e che non vi sono pericoli per l’animale.

A seconda della compagnia e del tipo di viaggio – cabina o stiva – i prezzi possono variare: è sempre bene informarsi preventivamente sui vari siti Internet delle compagnie aeree, che danno anche ulteriori consigli ed un regolamento adatto alla situazione.

Per quanto riguarda i treni, i cani di piccola taglia, i gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia sono ammessi gratuitamente nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni: è tuttavia necessario che essi siano custoditi all’interno di un trasportino e che il padrone porti con sé tutte le certificazioni su vaccinazioni e trattamenti antipulci.