Veterinari


Adottare un gatto: consigli

La decisione di accogliere un animale in casa è sicuramente molto importante: come abbiamo spiegato in qualche articolo precedente, non andrebbe mai presa alla leggera perché – ricordiamolo – l’animale dovrà rimanere con noi per tutta la vita, e dovremo quindi essere pronti ad accogliere non solo l’affetto e tutto ciò che di buono ci porterà, ma anche le situazioni meno piacevoli.

Detto questo, se tra un cane ed un gatto avete finalmente deciso di adottare un micio, sappiate che tra i due animali c’è molta differenza, e sebbene gran parte dei consigli che vi abbiamo dato sull’accoglienza del cane possano essere validi anche per il gatto, il mondo felino è uno splendido mondo a sé, che merita quindi un’attenzione particolare.

Prima di tutto, sappiate che è molto più semplice educare un cucciolo che un gatto adulto: quest’ultimo infatti avrà già assunto sue abitudini proprie, difficili da estirpare. Se non siete abbastanza pazienti, e soprattutto se non avete esperienza, un cucciolo è sicuramente la scelta migliore, perché imparerete insieme a rispettarvi e a rispettare l’uno le esigenze dell’altro.

Ma procediamo con ordine: se avete scelto un micino, le cure e le attenzioni dovranno essere triplicate perché è proprio nei primi mesi di vita – se non nelle prime settimane – che si forma il carattere del gatto. Pertanto, se desiderate che sia un gatto socievole ed accetti le carezze e le coccole, il contatto con l’uomo è molto importante sin dall’inizio.

Un cucciolo ha bisogno di giocare molto più di un gatto adulto: se la spesa di giochi e giochini vi spaventa, sappiate che per fortuna il gatto non ha esigenze particolari, per lui tutto è un gioco. Non fategli mai mancare una pallina di carta, ed il gioco sarà assicurato! Ciotole, cibo specifico per la sua età, una cuccia comoda ed una coperta completano il “necessaire”: occhio alla lettiera, che sia sempre pulita e posta in un angolo della casa lontano da occhi indiscreti!