Veterinari


Come insegnare al cane a tenere il guinzaglio

Accogliere un cane in casa propria rappresenta una scelta molto importante: proprio per questo, bisogna essere consapevoli di ciò che si fa e far sentire il nuovo entrato sin da subito un vero e proprio membro della famiglia.

Uno dei problemi molto comuni quando si prende un cane è quello di fargli apprezzare collare e guinzaglio: se il primo può essere considerato inutile qualora non associato al guinzaglio o qualora il cane non esca da solo, il secondo è invece molto importante, perché un cane ha bisogno delle sue passeggiate e soprattutto ha bisogno di qualcuno che rappresenti per lui una guida, un esempio da seguire.

I cani, in questo, sono molto diversi dai gatti: la specie canina tende infatti a vedere nell’uomo una sorta di guida da emulare, quasi come fosse un suo simile. È molto importante che il cane capisca “chi comanda”, soprattutto per evitare problemi e complicazioni in famiglia ed anche quando avverrà l’incontro con altri cani; per questo motivo, l’idea di mettere il guinzaglio al cane è fondamentale sin da quando è cucciolo, perché impari le regole comportamentali sin da quando è ancora piccolo.

Ma se il cane presenta un rifiuto nei confronti del guinzaglio, come comportarsi?

Il consiglio più importante che si può dare in questi casi è quello di trattare il cane con pazienza ma anche determinazione: sin da quando il cucciolo accetta di indossare il collarino, si deve iniziare ad introdurre il guinzaglio, in casa o anche in un luogo che per lui è rassicurante. È infatti fondamentale che il cucciolo impari a vedere il guinzaglio come qualcosa di “amico”, e non come un oggetto da cui scappare o di cui avere paura: si può mettere il guinzaglio quando ci si trova in casa, mentre si sta giocando, avendo ben cura che il nostro amico fedele non se ne accorga.

Con il tempo, il cane imparerà ad apprezzare la presenza del guinzaglio e non sarà più un problema portarlo a passeggio!