Veterinari


Le unghie del gatto e la loro importanza

Il gatto e le unghie: un’arma per attaccare gli intrusi oppure un modo per difendersi marcando il proprio territorio ed evitando così attacchi indesiderati?

Le unghie per un gatto rappresentano una parte molto importante del suo corpo: esse servono da un lato a permettere ad un micio di segnare i propri confini e di marcare tutto ciò che è di sua proprietà, mentre dall’altro, senza le sue fidatissime unghie affilate, un gatto – e parliamo soprattutto di un gatto di strada – avrebbe davvero scarsissime possibilità di difendersi.

Grattando o graffiando una qualunque superficie si trovi nel suo territorio, il gatto “informa” i suoi simili della sua presenza: in qualche modo, avvisa eventuali “intrusi malintenzionati” del fatto che quel territorio è di sua esclusiva proprietà, il più delle volte evitando che altri gatti se ne approprino. Tuttavia, non sempre questo accade: può infatti accadere – anche se non è la regola – che un altro gatto voglia far prevalere la sua autorità su quel territorio, ed in quel caso le unghie possono servire come arma per attaccare l’intruso e per difendersi viceversa dai suoi attacchi.

Con le unghie, un gatto può anche cacciare, attaccare una preda, e mantenersi in equilibrio durante la corsa: le unghie svolgono quindi moltissime funzioni, tutte ugualmente importanti per un micio. Una curiosità: rispetto al cane – che presenta delle unghie particolarmente smussate per via dell’attrito che si verifica con il terreno – il gatto ha le unghie anteriori particolarmente affilate, molto più di quelle presenti sulle zampe posteriori.

Ciò avviene per due motivi: il primo è che per il gatto è molto più semplice tenere in ordine le unghie davanti, di cui si occupa meticolosamente mordicchiando gli strati “morti” e permettendo all’unghia di crescere forte e sana; il secondo motivo è puramente “naturale”, in quanto sono proprio le unghie anteriori che permettono ad un micio di attaccare una preda o un avversario, di iniziare una scalata e di attaccarsi alle superfici.